Innsbruck

Innsbruck. 20 ore nella capitale delle Alpi 13 commenti


Innsbruck. 20 ore nella capitale delle Alpi

Dopo aver percorso la Romantische Strasse eravamo alla ricerca di una meta in cui trascorrere qualche ora sulla via del ritorno prima di tornare a casa. La scelta è ricaduta su Innsbruck e non mi è dispiaciuto affatto.

Se avete intenzione di visitare la capitale delle Alpi al volo, come abbiamo fatto noi, ecco i luoghi da non perdere:

Il centro storico

Il centro storico di Innsbruck, circondato dalle Alpi, è colorato ed elegante. In particolare, non perdetevi l’obelisco dell’Immacolata, Hofkirche e Hofburg.

Innsbruck

Il tettuccio d’oro

Il Goldenes Dachl è il simbolo della città. Totalmente ricoperto di scaglie d’oro, questo tettuccio non passa inosservato.

Innsbruck

I parchi

I parchi ad Innsbruck non mancano. Visitare il giardino botanico e Hofgarten mi hanno ricaricata come solo i fiori e il verde intenso degli alberi sanno fare.

Innsbruck

Il castello di Ambras

Di questa dimora che guarda la città dall’alto ho apprezzato soprattutto i curati giardini, popolati da bellissimi pavoni.

Innsbruck

I centri commerciali

Visitare la città durante una tempesta di neve le ha donato ancora più fascino, ma, per non rischiare di morire assiderati abbiamo dedicato un po’ del nostro tempo allo shopping. Tra l’altro la presenza di Primark a Innsbruck è un grosso incentivo. I centri commerciali in città sono elegantissimi e molto forniti.

Innsbruck

Gli chalet

Soggiornare ad Innsbruck non è economico, ma se proprio dovete, o volete, trascorre la notte in zona, non fatevi scappare l’occasione di dormire in un tipico chalet. L’atmosfera rassicurante delle baite di montagna, renderà la vostra permanenza indimenticabile.

Innsbruck

Infine,vi segnalo la presenza del Bergisel in città. Io non ho preso in considerazione il trampolino perchè non sono appassionata di sport estremi e quindi non ero particolarmente intenzionata a visitare le varie strutture sportive incluse nel biglietto, ma può essere un’attrazione alternativa per chi se ne intende.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 commenti su “Innsbruck. 20 ore nella capitale delle Alpi

  • Serena - Sognando Viaggi

    Ciao! Io ho visto Innsbruck ancora più “di sfuggita” rispetto a te, avendole dedicato meno mezza giornata sulla via del ritorno da una vacanza in Baviera. L’impressione che mi ha fatto in poche ore, tuttavia, è stata più che positiva: il tettuccio d’oro e il centro storico raccolto ma vivace mi hanno piacevolmente sorpresa. Non ho avuto modo di visitare il castello di Ambras, ma sembra altrettanto meritevole!

  • Celeste

    Io sono stata ad Innsbruck mille anni fa con i miei, ma non ricordo niente della città, proprio come mi era successo con Salisburgo che però ho riscoperto l’estate scorsa. Spero di riuscire a fermarmi questa estate, anche perchè vorrei visitare il museo Svarowski che si trova non lontano!

  • Stamping the world

    Mai presa in considerazione come meta, però per un bel weekend romantico in uno chalet ci sta tutto! 😍
    Ma, data la presenza di Primark la vedo bene anche in compagnia delle amiche.
    Insomma, una città adatta a tutti!

  • Silvia

    Sono stata ad Innsbruck due volte e per me resta una delle cittadine più deliziose al di là delle Alpi. Si gira a piedi, ci sono dei locali che propongono delle fette di strudel strepitose, i giardini reali sono a dir poco magnifici.. e potrei andare avanti all’infinito 🙂 Pensa che stavo valutando di ritornarci a breve!

  • Lilly

    Che deliziosa cittadina. Io amo le città nordiche che ti fanno penare subito all’inverso sopratutto in queste calde giornata.
    Lo chalet poi mi sembr incantevole per non parlare del tetto dorato che mi fa ricordare un po’ l’Asia.
    Buona giornata 🙂

  • Silvia Demick

    Io purtroppo mi sono fermata proprio per poche ore, di passaggio per qualche destinazione che non ricordo nemmeno più. Ho però delle belle immagini in mente. Se mi fossi fermata più a lungo non mi sarei persa il castello di Ambras e i pavoni. E la notte nello chalet, anche quella imperdibile 🙂