Maafushi

Maafushi. Pregi e difetti di un’isola di pescatori alle Maldive. 11


Maafushi. Pregi e difetti di un’isola di pescatori alle Maldive.

Soggiornare su un’isola di pescatori alle Maldive è un’opzione low cost e alternativa rispetto alla classica vacanza in questi atolli paradisiaci.

Questa scelta fa sì che la propria visita alle Maldive diventi un vero e proprio viaggio nelle usanze degli abitanti del luogo. Si torna a casa riposati ma anche appagati per aver arricchito il proprio bagaglio culturale, cosa che raramente accade chiudendosi in un resort.

Non è tutto oro ciò che luccica, però. Infatti, se le isole di pescatori hanno molti vantaggi, bisogna anche ammettere la presenza di qualche “difetto”.

Per quanto riguada Maafushi, ecco i PREGI che ho apprezzato durante la mia permanenza:

I costi ridotti

Un paradiso low cost è il sogno di tutti. Ecco, pensate che ho speso €1400 per il mio viaggio alle Maldive nella settimana di Capodanno.

Maafushi

La possibilità di partecipare a diverse escursioni

Maafushi è molto organizzata da questo punto di vista. Vale la pena di partecipare ad almeno 5 escursioni alla scoperta dei dintorni dell’isola.

Maafushi

Si tratta di una full immersion nella vita quotidiana dei maldiviani

Dalla vendita del pesce sulla spiaggia di mattina, ai ritmi lenti che scandiscono la quotidianità dei maldiviani, soggiornare su un’isola di pescatori consente di conoscere usi e costumi di questo popolo.

Maafushi

La possibilità di apprezzare la cucina locale

Ho adorato le pietanze maldiviane. Si tratta di una via di mezzo tra la cucina thailandese e quella indiana, con influssi dallo Sri Lanka.

I pochi “ristoranti” dell’isola consentono di mangiare direttamente in spiaggia.

Maafushi

La vicinanza all’aeroporto

Maafushi si trova a mezz’ora di barca veloce da Hulhumalé. L’ideale per chi ha pochi giorni a disposizione e anche per risparmiare i soldi dell’idrovolante.

Maafushi

Fin qui, tutto bene. Ma quali sono allora i DIFETTI di Maafushi?

Il divieto di bere alcool sull’isola

Alle Maldive vige la Shariʿah. Sulle isole di pescatori è vietato il consumo di alcool e di carne di maiale.

C’è da dire, però, che si può ovviare a questo “problema” raggiungendo il floating bar attraccato a pochi metri dalla riva.

Personalmente preferisco le spremute di frutta esotica e il latte di cocco, ai cocktail.

Maafushi

Occorre indossare t-shirt e pantaloni che coprano le ginocchia

Anche in questo caso, adeguarsi alle regole non è stato affatto un problema.

Tra l’altro, una spiaggia dell’isola è stata riservata ai turisti e lì è consentito stare in costume.

Maafushi

Non ci sono discoteche o intrattenimenti serali

Fa eccezione il Capodanno, quando viene organizzata una cena sulla spiaggia, accompagnata da musiche, danze e fuochi d’artificio.

Maafushi

Il richiamo del muezzin

Personalmente non mi ha mai disturbato il canto del muezzin. Come dicevo sopra, ho apprezzato il fatto di immergermi nella vita quotidiana delle persone del posto.

Tuttavia, il richiamo alla preghiera cinque volte al giorno può infastidire chi ha il sonno leggero.

Maafushi

La semplicità delle guest house

Non aspettatevi le comodità dei resort di lusso. Le guest house hanno uno stile semplice e forniscono i servizi essenziali.

Maafushi

La piaga dello smaltimento dei rifiuti

Ecco la vera faccia alternativa della medaglia. Mentre un lato dell’isola ha spiagge paradisiache, il lato opposto è una sorta di discarica a cielo aperto.

Mi ha rattristata la poca attenzione dei maldiviani rispetto al proprio patrimonio paesaggistico. Mi auguro che, col tempo, trovino una soluzione eco-sostenibile per lo smaltimento dei rifiuti.

Maafushi

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 commenti su “Maafushi. Pregi e difetti di un’isola di pescatori alle Maldive.

  • FLAVIA

    Ma come nelle spiagge non si può stare in costume?! O.O e come si prende il sole?! e il bagno?! ma si possono raggiungere gli altri atolli?!

    • Stellaaroundtheworld L'autore dell'articolo

      Una sola spiaggia dell’isola è riservata ai turisti. Lì è possibile stare in costume.
      L’isola è piccola, per cui, in realtà, sono solo 3 le spiagge balneabili.
      L’ideale è partecipare alle escursioni che partono tutti i giorni dal porticciolo per fare snorkeling, scoprire le lingue di sabbia e visitare altre isole (in costume 🙂 ).

  • inworldshoes

    E’ sicuramente un’opzione che prenderei in considerazione!
    Le regole vanno rispettate, quando ci si trova in un altro paese e non mi importa di non poter stare mezza nuda ovunque! Anzi!
    Però certo, dovrei spostarmi continuamente anche perché in generale non riuscirei mai a star ferma sulla stessa spiaggia riservata ai turisti per più di un giorno! ahahah
    Un bacione <3

    • Stellaaroundtheworld L'autore dell'articolo

      Anche per me è impensabile stare ferma tutto il giorno.
      Maafushi è una base ideale da cui partire la mattina per partecipare alle escursioni e in cui tornare il pomeriggio per rilassarsi un po’ in spiaggia. 🙂

  • Claudia B. Voce del Verbo Partire

    Ho provato tutto quello che descrivi a Dharavandhoo. E quindi appoggio ogni punto. Anche se, personalmente, sono tutti fattori a favore😉. L’unica vera piaga resta in effetti quella dello smaltimento dei rifiuti. Ma anche della ben poca attenzione da parte dei maldiviani nei confronti dell’ambiente. Non fa parte del loro modo di essere. Questo lo abbiamo imparato direttamente da loro.
    Voglio farti i complimenti Roberta, per la scelta dell’isola! Pensa che da noi non c’era proprio nulla, nemmeno un ristorantino. Solo un bar che offriva ottimi finger food.
    Ma l’esperienza in guest house è incredibile, la rifarei subito!
    Baci,
    Claudia B.

    • Stellaaroundtheworld L'autore dell'articolo

      In effetti, anche per me i “difetti” dell’isola son stati proprio quello che cercavo da un viaggio alle Maldive, rifiuti a parte.
      La scelta di Maafushi è stata molto studiata perchè non è semplice trovare informazioni riguardo alle varie isole di pescatori. Infine, Maafushi mi è sembrata la più organizzata e si è dimostrata come tale.
      Anche io ripartirei immediatamente!!
      Un abbraccio

  • Silvia Demick

    Questa è proprio quella che si definisce una vacanza da sogno! Proprio lo scorso weekend ho incontrato una coppia di amici che sono stati alle Maldive e anche se non amo il mare ti confesso che un pensierino… I miei amici sono stati in un resort più “turistico”, da quello che ho capito, e questa mi sembra un’ottima alternativa per risparmiare qualcosa.

    • Stellaaroundtheworld L'autore dell'articolo

      Ti dirò che nemmeno io sono una patita della vita da spiaggia. Alle Maldive, però, è tutta un’altra storia.
      Alloggiare a Maafushi consente anche alle tasche leggere, come le mie, di scoprire questo paradiso 🙂

  • danila rossi

    Ciao Stella, ho letto il tuo post su Viaggi Social ed eccomi qui a chiederti un consiglio. Ho appena prenotato al White Shell Island & spa a Maafushi dal 24 agosto al 4 settembre,saremo in 9. Mi è venuto un dubbio atroce: la mattina del 4, il nostro aereo di ritorno parte alle 9 di mattina, c’è la possibilità di avere il trasferimento in nave veloce anche all’alba o conviene andarsene il pomeriggio prima e pernottare a Malè?
    In caso di mare mosso i trasferimenti vengono effettuati comunque?
    Ti ringrazio in anticipo se vorrai rispondermi. Danila

    • Stellaaroundtheworld L'autore dell'articolo

      Eccomi Danila. Anche io avevo il volo di ritorno presto la mattina e, per non rischiare, ho dormito a Hulhumale (l’isola su cui si trova l’aeroporto). Credo vi convenga fare la stessa cosa. Prendete il traghetto delle 17 che porta a Hulhumale e poi raggiungete l’hotel con i bus che partono di fronte all’aeroporto. L’isola è molto organizzata in quanto gli alberghi son tutti nella stessa zona e ci sono localini (molto spartani ma dove si mangia benissimo) per cenare e anche supermercati. Inoltre ci sono bus ogni 30 minuti che fanno la spola tra la zona residenziale e l’aeroporto.
      Non ti posso dare la garanzia che i traghetti ci siano anche in caso di mare mosso, ma credo di sì, anche perchè alle Maldive è molto raro che il mare sia increspato, al massimo piove.
      Contattami pure se ti servissero altre informazioni 🙂